Papaver orientale ‘Karine’

Descrizione

La Papaver orientale ‘Karine’ è un erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Papaveraceae. L’altezza non supera il metro e in genere è in media di 70 cm o più piccola, mentre la larghezza non è ampia, va da 50 a massimo 90 cm.Per raggiungere il suo sviluppo massimo sono necessari in media 2-5 anni. Le foglie di questa cultivar sono decidue. La coltivazione può avvenire in: giardino informale, giardino di ghiaia, giardino mediterraneo, vaso o contenitore, giardino architettonico, terrazzo o cortile, giardino roccioso, prato o in pieno campo, giardino fiorito, giardino di campagna, giardino costiero, giardino sub-tropicale.

Messa a dimora

Tipo di Terreno

Il terreno più indicato per la coltivazione della pianta di Papaver orientale ‘Karine’ può essere variabile, quelli che assicurano migliori risultati sono di tipo: gessoso, grasso, sabbioso e argilloso. Il terreno può avere un pH: acido, alcalino e neutro.

Esposizione

L’orientamento rispetto ai punti cardinali non è fondamentale si adatta a tutte le posizioni. La posizione rispetto alla luce può essere in pieno sole, mezza ombra, ombra.La P. orientale possiede una resistenza al freddo ottima, nel periodo invernale resiste a temperature oltre i -24 gradi.

Fioritura

Moltiplicazione

Accorgimenti colturali

Anche se è necessario rispettare le sue esigenze in fatto all’esposizione al sole è bene scegliere un posto in cui la pianta sia ben riparata. La pianta di Papaver orientale ‘Karine’ ha una notevole tolleranza ai lunghi periodo di siccità. Non richiede di particolari esigenze riguardo alla somministrazione d’acqua.

Malattie, parassiti e avversità

Adv.

Related Posts