Bulbi, Tuberi, Rizomi e Bulbo-tuberi: Facciamo chiarezza!

Sentiamo spesso parlare di tuberi, rizomi e bulbi di loro sappiamo che sono strutture delle pianta, organi di riserva sotterranei che sono a stretto contatto con le radici.

Molte piante ornamentali e orticole hanno organi di riserva essenziali per la loro crescita, quali sono però le differenze tra questi organi e quali funzioni realmente svolgono nella pianta?

Conoscerli è importante soprattutto per capire come possono essere riprodotte queste piante. Questi diversi organi infatti pur avendo caratteristiche simili necessitano di metodi di riproduzione diversi tra loro. Vediamo insieme quali sono queste differenze per capire meglio come trattare le piante.

I Bulbi

Cosa sono i bulbi? Se non conosci com’è fatto un bulbo probabilmente non sai che la cipolla la parte che mangiamo e quella che sta sotto terra è a tutti gli effetti un bulbo. Il bulbo ha una forma più o meno tondeggiante stretta nella parte alta e via via più larga al centro, nella parte bassa si restringe ulteriormente, in questo punto si sviluppano le radici che assorbono i nutrienti dal terreno, questa parte è chiamata girello.

Una caratteristica comune dei bulbi è la loro patina esterna, si chiama tunica e un singolo bulbo è formato da più strati, più tuniche che confluiscono assieme nel girello. Ogni bulbo però ha delle sue caratteristiche particolari a partire dalla forma, alcuni sono più allungati, altri più tozzi, altri ancora hanno sostanziali differenze nella struttura, in alcuni le tuniche sono talmente ravvicinate tra loro da sembrare un unico corpo.

Persino le stesse cipolle possono presentare differenze sostanziali tra una varietà e l’altra.

Tra le caratteristiche principali dei bulbi possiamo osservare però aspetti comuni a tutti, questi sono:

  • La forma, anche se non tutti i bulbi si assomigliano come accennato sono tutti stretti nella parte alta dove hanno origine le foglie e più larghi al centro, assomigliano a tutti gli effetti ad una lampadina. Nel loro punto più basso sono presenti le radici e a volte sulla loro superficie si possono ritrovare dei peli radicali.
  • Le piante bulbose posseggono altri bulbi e generalmente sono formati da più parti ognuna delle quali è indipendente dalla pianta madre, nel senso che può essere separata per formare un nuovo individuo.
  • I bulbi sono formati da strati che nelle piante perenni si rinnovano di anno in anno, quelli più esterni lasciano il posto a quelli sottostanti e così via per tutta la durata del ciclo vitale della pianta.

Nell’immagine seguente puoi osservare la struttura su un bulbo vero!

Bulbo

Le piante bulbose più comuni sono: Tulipani, Giacinti, Cipolle e Narcisi.

I Tuberi

I tuberi possono avere varie dimensioni, alcuni di questi come nel caso delle patate sono commestibili, ricchi di amido e nutrienti. La loro forma è irregolare, si tratta di radici o fusti che si inspessiscono in modo irregolare.

Abbiamo fatto l’esempio della cipolla per i bulbi, il migliore esempio che abbiamo in natura per il tubero è la patata. La patata è particolarmente grande rispetto alla media delle dimensioni dei tuberi di altre piante. Molte delle specie tuberose sono piante ornamentali, i loro tuberi sono mediamente piccoli larghi dai 3 ai 6 cm. Si tratta sempre di organi che contengono sostanze di riserva e che possono dar vita a nuove piante una volta giunti a maturazione e separati dalla pianta madre.

I tuberi hanno queste caratteristiche:

  • Non posseggono tuniche stratificate, hanno una sola “buccia” esterna che protegge la parte interna.
  • Possono essere ricoperti da più peli radicali capaci di assorbire nutrienti
  • Non hanno un girello tipico dei bulbi.
  • Hanno una forma irregolare, alcuni possono essere ovali ma non è la regola.
  • Hanno diversi “occhi” da cui si sviluppano le radici e le successive ramificazioni della pianta, gli occhi si formano in modo irregolare sulla superficie del tubero.
  • Non si rinnovano, una volta raggiunta la dimensione massima smettono di crescere.

I tuberi in sostanza sono formati da tessuto indifferenziato, nella parte interna del tubero non esistono quindi tessuti specializzati ma l’intero organo è capace di generare nuove piante come se fosse un grande seme.

Ecco in dettaglio la struttura di un tubero.

Tubero

Oltre la patata piante ornamentali che formano tuberi sono i Ciclamini e le Begonie.

I Bulbo-tuberi

I bulbo tuberi hanno caratteristiche in comune con i bulbi ma non presentano mai tutte le caratteristiche di un bulbo. Allo stesso modo sono simili per certi aspetti ai tuberi ma hanno qualche differenza. I Bulbo tuberi possono essere considerati a metà tra i tuberi e i bulbi.

I bulbo-tuberi hanno le seguenti caratteristiche:

  • Posseggono una tunica, che può essere reticolata in alcuni casi o liscia.
  • Hanno una forma più o meno tondeggiante.
  • Hanno delle radici nella parte bassa e le foglie che si originano dalla parte alta.

I Bulbo tuberi si possono definire delle basi di fusto ispessite. Di seguito una foto rappresentativa della loro struttura.

Bulbo tubero

Alcune piante che formano bulbo-tuberi sono: le specie di Gladiolus spp. e i Crochi.

Radici tuberose

Sono simili ad un tubero ma diversamente da esso sono attaccate alla pianta e formano un unico corpo. Le radici tuberose non possono essere divise per la produzione di nuove piante. Esse sono formate da un grosso ispessimento nella parte vicina al colletto della pianta, nella parte basse invece formano delle vere e proprie radici e radichette minori.

Radici tuberose

Nella foto sopra è rappresentata una patata dolce, altre piante ornamentali che posseggono radici tuberose sono le dalie e le Emerocallidi.

I Rizomi

Anche i rizomi possono essere ispessiti in modo più o meno regolare. A differenza delle radici normali o dei tuberi la loro crescita è orientata solamente in orizzontale, non scendono in profondità e si mantengono superficialmente.

Durante lo sviluppo della pianta i rizomi crescono espandendosi sempre di più in direzione orizzontale, da essi si formano così nuovi nuclei di piante. Alcune piante rizomatose sono: Canna comune, Iris e zenzero.

Rizoma

Adv.