Passiflora caerulea

Descrizione

La Passiflora caerulea è una pianta perenne a portamento rampicante originaria del Brasile e appartenente alla vasta famiglia delle Passifloraceae che conta più di 450 specie di piante erbacee, arbustive e rampicanti. E’ chiamata anche fiore della passione nome dato dai primi colonizzatori spagnoli, nei paesi anglosassoni è conosciuta come “Blue passion flower“.

E’ coltivata per la caratteristica fioritura, principalmente nelle regioni a clima mite, nei climi più freddi viene coltivata solamente in serra.
Lasciata crescere può arrivare ad altezze variabili dai 6 ai 9 metri, le dimensioni possono essere tenute sotto controllo con interventi di potatura mirati.
Per ultimare la sue crescita la pianta di Passiflora caerulea impiega dagli 8 ai 10 anni, prima di questo periodo il fusto e le ramificazioni principali rimangono quasi verdi, ultimata la crescita si lignificano.

Le foglie della Passiflora caerulea sono di colore verde, decidue o persistenti a seconda della sotto-varietà, sono digitate (composte da più foglioline che si intersecano nello stesso punto) le foglioline sono cinque e sono di forma lanceolata.

I fiori sono di grande impatto estetico, hanno un diametro variabile dai 6 agli 8 cm, i petali e i sepali sono di colore verde chiaro/bianco, i filamenti della corolla sono di color porpora alla base, bianchi nella parte centrale e blu all’apice.

I frutti sono di colore giallo/arancione e commestibili, anche se il conosciutissimo “passion fruit” usato per uso alimentare e per la realizzazione di innumerevoli prodotti in commercio, proviene da un altra varietà chiamata Passiflora edulis.

Messa a dimora

La messa a dimora della pianta di Passiflora caerulea viene effettuata nel mese di maggio.

Tipo di Terreno

Passiflora caerulea
Frutto di Passiflora caerulea

Il terreno ideale per la Passiflora caerulea è leggero e ricco di sostanza organica. Se la pianta viene coltivata in vaso il terreno deve essere molto ricco, inoltre le concimazioni saranno obbligatorie per ottenere buoni risultati.

Esposizione

L’esposizione ideale per la pianta di Passiflora caerulea è in pieno sole. Per evitare che i venti possano danneggiare la ramificazione è bene scegliere un posto riparato per la messa a dimora, l’ideale è un muretto ben esposto al sole.

Fioritura

La fioritura avviene nel periodo estivo, il colore varia dal bianco al bianco-porpora a seconda delle varietà. Segue la produzione di frutti commestibili simili a prugne.

Moltiplicazione

passiflora-caerulea-4La moltiplicazione della Passiflora caerulea può essere effettuata tramite talea semi-legnosa prelevando i rametti di circa 15-18 cm nel mese di luglio. I rametti potranno essere trattati con polvere di ormoni radicanti e coltivati in un cassone riscaldato contenente del terreno composto da: 50% sabbia, 10% torba e restante parte di terriccio organico generico.

Accorgimenti colturali

Dopo la messa a dimora è importante assicurare un buon apporto idrico, nei periodi più caldi le annaffiature dovranno essere più frequenti e per questo è consigliabile anche effettuare una pacciamatura alla base del fusto per evitare un eccessiva traspirazione.

All’inizio della crescita è bene legare i giovani rami a dei sostegni o ad un reticolato realizzato con del fil di ferro.

Nel periodo di maggio è necessario per le piante coltivate all’esterno effettuare una concimazione applicando del letame ben maturo e del nuovo terriccio organico alla base dei fusti. Per favorire la crescita è possibile applicare dell’ulteriore fertilizzante nel periodo primaverile e in quello estivo somministrandolo periodicamente ogni due settimane, un concime con un rapporto NPK 1:1:1 è sufficiente.

Frutti di Passiflora caerulea a vari stadi di maturazione
Frutti di Passiflora caerulea a vari stadi di maturazione

Nel periodo autunnale la pianta di Passiflora caerulea avrà bisogno di una protezione al fine di evitare che le basse temperature possano danneggiarla, applicare della pacciamatura con della torba o del fogliame alla base dei fusti e delle radici. Per proteggerla dalle gelate tardive è necessario applicare delle protezioni alla parte aerea come teli in plastica.

Per quanto riguarda le potature i lavori sulla vegetazione vecchia vengono effettuati nel periodo primaverile: si eliminano i rami deboli e quelli eventualmente danneggiati, i rami laterali si possono ridurre fino a 15 cm dal fusto principale, nel caso la pianta è stata danneggiata dalle gelate sarà necessario effettuare un taglio fino alla base.

Malattie, parassiti e avversità

La pianta di Passiflora caerulea può essere soggetta ad attacchi da parte di afidi (molto attivi sulle parti più tenere della pianta).

Può essere soggetta a malattie crittogamiche quali: virus del mosaico.

Adv.