Rhododendron davidsonianum

Descrizione

La Rhododendron davidsonianum è un arbusto appartenente alla famiglia delle Ericaceae. La pianta ha un altezza non troppo elevata, è compresa tra 1,7 e 2,5 metri, mentre l’espansione va da 1,5 a 2,2 metri. Affinché la pianta raggiunga il suo massimo vigore sono necessari all’incirca 10-20 anni. La specie è caratterizzata da fogliame di tipo persistente. La coltivazione può avvenire in: giardino informale, giardino di ghiaia, giardino mediterraneo, vaso o contenitore, giardino architettonico, terrazzo o cortile, giardino roccioso, prato o in pieno campo, giardino fiorito, giardino di campagna, giardino costiero, giardino sub-tropicale.

Messa a dimora

Tipo di Terreno

Per la crescita della Rhododendron davidsonianum sono indicati terreni di tipo gessoso, grasso, sabbioso e argilloso. L’ottenimento di notevoli risultati si può avere soltanto rispettando tutte le necessità della pianta specialmente in merito al grado di umidità del terreno. Il substrato può avere un pH: acido, alcalino e neutro.

Esposizione

La posizione rispetto alla luce può essere in pieno sole, mezza ombra, ombra. L’orientamento rispetto ai punti cardinali non è fondamentale si adatta a tutte le posizioni. La R. davidsonianum possiede una rusticità media che le permette comunque di vegetare a temperature che vanno da -3 a 0 gradi durante l’inverno.

Fioritura

Moltiplicazione

Accorgimenti colturali

Seppure è necessario rispettare le sue necessita in fatto all’esposizione al sole è bene prevedere un posto in cui la pianta sia ben esposta. La pianta di Rhododendron davidsonianum possiede una notevole tolleranza alla siccità. Non richiede quindi di particolari esigenze riguardo all’innaffiatura.

Malattie, parassiti e avversità

Adv.