Camomilla

Descrizione

La camomilla è una pianta erbacea annuale. Ha origini asiatiche, è molto diffusa in Italia in genere viene coltivata ma è possibile trovarla anche in zone incolte dove nasce spontaneamente. Come dimensioni si attesta sugli 80 cm e larghezza variabile da 50 a 80 cm

Periodo di impianto, mesi dell’anno

La camomilla viene seminata in primavera direttamente a dimora.

Tipo di Terreno

Il terreno ideale deve essere ben drenato, anche se si adatta bene a quasi tutti i tipi di terreno.

Esposizione

La camomilla può svilupparsi bene sia in un luogo soleggiato che in uno semi-ombreggiato.

Raccolta per il consumo

La raccolta della camomilla va effettuata quando i fiori cominciano a perdere i petali.

Tecnica di Impianto

Generalmente la semina si effettua direttamente a dimora: si prepara il terreno, avendo cura di sbriciolare per bene la superficie, successivamente si semina a spaglio ricoprendo con un leggero strato di terra fine.

Moltiplicazione

La moltiplicazione avviene per seme.

Pianta essiccata di camomilla
Pianta di camomilla lasciata essiccare

Conservazione

Le piante pronte per la raccolta vengono talvolta estirpate comprensive di radici e lasciate appese a testa in giù e fatte essiccare. Vengono conservate in barattoli di vetro sottovuoto e tenuti al buio.

Accorgimenti colturali

Eliminare le erbacce e zappettare per areare il terreno.

Malattie, parassiti e avversità

La pianta di camomilla non presenta particolari problemi, è infatti una pianta molto rustica.

Proprietà medicinali

La camomilla viene consumata principalmente previa infusione in acqua calda. E’ un blando sedativo, e possiede varie proprietà: toniche, antispasmodiche, analgesiche, e digestive. E’ noto anche l’uso esterno in impacchi, per congiuntiviti.

Adv.