Sedano a coste

Descrizione

È una pianta appartenente alla famiglia delle ombrellifere, la sua coltivazione è diffusa su tutto il territorio nazionale e non richiede particolari conoscenze tecniche, si tratta quindi di una pianta di facile riuscita.

Il sedano a coste viene consumato per le sue foglie carnose e croccanti. Le varietà più conosciute sono:

  • Verde di perpignano
  • d’Elne a coste rotonde
  • dorato di Barbier
  • gigante di romagna
  • Dorato d’Asti
  • Darklet

Periodo di impianto, mesi dell’anno

Il sedano a coste viene seminato inizialmente sotto vetro all’inizio del mese di marzo oppure nel mese di aprile in semenzaio non riscaldato.

Tipo di Terreno

Il terreno più adatto al sedano è caratterizzato da un impasto medio ricco di sostanza organica e con un certo grado di umidità costante. Il grado di pH ideale deve averi valori compresi tra 6 e 7.

Tecnica di Impianto

Esistono essenzialmente due tipi di coltivazione per il sedano: il primo è quello in superficie l’altro è quello finalizzato all’imbianchimento.

La semina sotto vetro viene effettuata ad una temperatura di 14-16 gradi, preparare i vasi o il cassone con un terriccio adatto, seminare rado ricoprendo con un sottile strato di terra. Tenere coperti i vasi fino a che le sementi non saranno germogliate. Successivamente quando le piantine avranno mostrato la quarta foglia almeno, andranno sfoltite e trapiantate ad una distanza di 8 cm l’una dall’altra in un cassone non riscaldato. Le piantine andranno a dimora nel mese di maggio. Le piantine seminate nel mese di aprile andranno a dimora nel mese di giugno.

La semina diretta in terra va fatta non prima del mese di maggio, seminare a spaglio, successivamente sfoltire. In alternativa effettuare dei solchi con profondità di 2 cm e seminare distanziandosi di 20 cm in tutti i lati.

Sedano a coste
Piantine di sedano a coste in attesa di essere messe a dimora

La coltivazione per l’imbianchimento merita un approfondimento. Il terreno va preparato all’inizio della primavera. Se si sceglie di coltivare una sola fila il fosso che andremo a scavare sarà largo 40 cm per due file 60 cm di larghezza. La profondità del fosso dovrà essere sui 30-40 cm, questa potrebbe essere anche una buona occasione per arricchire il terreno in caso fosse carente, il che richiederà un fosso più profondo di almeno 20 cm. Procurarsi del terriccio molto ricco e del letame ben stagionato che servirà da base per il fosso appena scavato. Ricoprire poi fino a 20 cm di profondità con il resto del terreno (quello migliore) che è stato scavato. Le piantine dovranno essere collocate ad una distanza di 20-25 cm l’una dall’altra, interrare e bagnare.
La seconda parte dell’imbianchimento avverrà quando le piantine avranno un altezza pressappoco sui 35 cm, a questo punto inizieremo a rincalzarle. Le coste andranno legate alla base delle foglie con un elastico o uno spago non stretto. Questa operazione va ripetuta circa 20 giorni dopo, gradualmente creando con la terra una spiovenza piuttosto accentuata attorno le piante. L’operazione va ripetuta di nuovo dopo altri 20 giorni. Il sedano imbianchito sarà pronto dopo uno o due mesi dal primo rincalzo, potrà essere raccolto gradualmente secondo le necessità. Per ulteriori informazioni sulla rincalzatura consulta la guida.

Temperatura ed esposizione

Il clima ideale per il sedano è quello temperato. Per svilupparsi al meglio la temperatura diurna ottimale deve essere intorno ai 15-18 gradi.

Raccolta per il consumo

La raccolta del sedano coltivato in superficie viene fatta fino al mese di ottobre. Diversamente la raccolta del sedano coltivato per l’imbianchimento viene fatta da novembre fino agli inizi di marzo.

Malattie, parassiti e avversità

Gli insetti che possono colpire il sedano sono: Philophylla heraclei.
Le crittogamiche: Septoria apiicola, Poma apiicola, Sclerotina sclerotiorum

Accorgimenti colturali

Per una crescita ottimale il terreno deve essere sempre umido. Innaffiare abbondantemente dopo i trapianti.

Concimazioni

Per la concimazione va usato del letame o del composto organico, entrambi ben maturi, dai 4 ai 6 Kg per metro quadro.

Valori nutrizionali

Tutti i valori si riferiscono a 100g di prodotto

Principali
Calorie: 16 kcal Grassi: 0.17 g Carboidrati: 2.97 g Proteine: 0.69 g
Acqua: 95.43 g Ceneri: 0.75 g Fibre: 1.6 g Zuccheri: 1.83 g
Vitamine
Retinolo (Vit. A): 0 mcg Betaina: mg Vitamina A, IU: 449 IU Vitamina A, RAE: 22 mcg_RAE
Tiamina (Vit. B1): 0.021 mg Riboflavina (Vit. B2): 0.057 mg Niacina (Vit. B3): 0.32 mg Acido Pantotenico (Vit. B5): 0.246 mg
Piridossina (Vit. B6): 0.074 mg Folato alimentare: 36 mcg Folato, DFE: 36 mcg_DFE Folati, totali: 36 mcg
Cobalamina (Vit. B12): 0 mcg Acido ascorbico (Vit. C): 3.1 mg Vitamina D (D2+D3): 0 mcg Colecalcifenolo (Vit. D): 0 IU
Alpha-tocoferolo (Vit. E): 0.27 mg Fillochinone (Vit. K): 29.3 mcg Colina totale (Vit. J): 6.1 mg Carotene, beta: 270 mcg
Carotene, alfa: 0 mcg Criptoxantina, beta: 0 mcg Licopene: 0 mcg Luteina + zeaxantina: 283 mcg

Minerali

Calcio: 40 mg Sodio: 80 mg Fosforo: 24 mg Potassio: 260 mg
Ferro: 0.2 mg Magnesio: 11 mg Zinco: 0.13 mg Rame: 0.035 mg
Manganese: 0.103 mg Selenio: 0.4 mcg

Amminoacidi

Arginina: 0.02 g Fenilalanina: 0.02 g Isoleucina: 0.021 g Istidina: 0.012 g
Leucina: 0.032 g Lisina: 0.027 g Metionina: 0.005 g Treonina: 0.02 g
Triptofano: 0.009 g Valina: 0.027 g
Adv.