Ortosemplice.it

Rapa

Descrizione

La rapa è coltivata per il consumo della sua radice, e per le sue infiorescenze che quando non sono ancora sbocciate vengono recise e consumate, le cosiddette “cime di rapa”, “broccoletti di rapa”, o in alcune regioni “friariélli” termine che può riferirsi anche al peperone.

Tra le diverse varietà più conosciute ci sono:

  • Mezza lunga napoletana
  • Lodigiana
  • Bianca palla di neve
  • Mezza lunga a foglia frastagliata
  • Tonda a colletto viola
  • Bianca piatta
  • Rapa quarantina
  • Bianca di Milano
  • Martello

Periodo di impianto, mesi dell’anno

Le semine possono essere fatte in successione dal mese di aprile fino a giugno. Un altra semina può essere fatta a fine luglio. Per le zone di pianura e dove fa molto caldo la semina può essere rimandata anche nella seconda metà di settembre.

Tipo di Terreno

Il terreno deve essere sciolto, ricco di sostanza organica (generalmente viene arricchito di letame nella stagione precedente la semina) deve avere una compattezza tale da permettere alla radice di espandersi senza troppa difficoltà.

Il pH ottimale del terreno deve avere valori intorno a 6,7 e 7,5.

Tuttavia la pianta riesce a vegetare in molte tipologie di terreno senza troppi problemi purché siano ben drenati, i ristagni idrici infatti portano a pericolosi marciumi.

Tecnica di Impianto

Prima della semina o del trapianto delle giovani piantine è necessario effettuare delle lavorazioni al terreno specialmente se questo è stato lasciato a riposo per alcuni anni. Successivamente si può procedere ai lavori di rifinitura e alla preparazione per la semina.

Effettuare dei solchi distanti 20 cm l’uno dall’altro e distribuire un pugno di semi avendo cura di non creare troppo affollamento, ricoprire poi con un sottile strato di terra. Per ogni metro quadro di coltura sono necessari all’incirca mezzo grammo di semi, un solo grammo infatti ne contiene dai 500 ai 650.

Successivamente quando le plantule avranno raggiunto un altezza di 5cm andranno diradate lasciandone una ogni 15-20 cm.

Temperatura ed esposizione

Non ci sono particolari raccomandazioni per quanto riguarda l’esposizione, può crescere tranquillamente in zone soleggiate e in zone semi-ombreggiate. La rapa è molto resistente ai geli, riesce a resistere a temperature inferiori ai -7 gradi nel periodo invernale. Fintanto che le temperature rimangono al disotto dei 5 gradi la crescita della pianta si blocca.

Per vegetare al meglio e iniziare a produrre anche cime fiorali che possono essere raccolte devono esserci dai 15 ai 18 gradi durante il giorno.

Esigenze idriche

La disponibilità di acqua e più generalmente l’umidità del terreno sono un fattore importante per la crescita di questa pianta. Se non si dispone di un terreno ricco di umidità si dovrà apportare tramite innaffiature l’acqua indispensabile per lo sviluppo.

Le piante che più necessitano di irrigazioni sono quelle coltivate in giugno. È importante fornire acqua alle piantine in via di sviluppo, quelle ben sviluppate possono resistere per alcuni giorni senza acqua ma è importante regolarsi con le normali precipitazioni per non rischiare la disidratazione della radice.

Raccolta per il consumo

In genere vengono fatti due raccolti, in estate e in inverno. La pianta viene raccolta quando la sua radice ha un diametro pressappoco dagli 8 ai 10 cm in quanto con queste dimensioni risulta ancora tenera. Per le cime invece si aspetta che siano abbastanza grosse prima che il fiore giallo di schiuda di solito il periodo è febbraio e marzo ma a seconda dell’andamento climatico e del periodo di semina si possono avere cime disponibili fino a fine aprile.

Il ciclo colturale della rapa varia a seconda della varietà coltivata da un minimo di 50 giorni a un massimo di 80. La raccolta mediamente può avvenire dopo questo intervallo bisogna però tenere conto del tempo di accrescimento della singola varietà.

Conservazione

Per la conservazione è possibile riporle in casse sistemandole una sopra l’altra, controllando e scartando quelle danneggiate.

Questo ortaggio può essere conservato a lungo così come altre piante da radice o da tubero. Se le condizioni di conservazione sono ideali, con temperatura del locale bassa (2-4°) e costante si possono conservare per un periodo che va dalle 10 alle 12 settimane.

Malattie, parassiti e avversità

La rapa non è soggetta a particolari problemi di attacchi da parte di parassiti. Tuttavia non sono rari casi di afidi che colpiscono le giovani infiorescenze in formazione ma in misura maggiore le foglie. Anche la cavolaia comune sulle diverse specie di cavolo può provocare danni alla pianta specialmente se si coltiva la rapa in successione ad altre brassicacee.

Le lumache a volte possono nutrirsi del fogliame più tenero.

Un problema invece che può portare a danni sul raccolto è l’alternariosi, malattia abbastanza frequente in questo tipo di coltura.

Accorgimenti colturali

Effettuare delle zappature per eliminare le erbe infestanti, facendo però attenzione a non scendere molto in profondità per non colpire le radici. Per le erbacce che crescono molto vicino alle piante è preferibile svolgere il diradamento manualmente in modo da evitare possibili inconvenienti.

Concimazioni

Il letame incorporato prima della semina deve essere necessariamente ben maturo, per evitare problemi alla radice.

Successivamente se si ritiene opportuno è possibile effettuare anche una concimazione minerale da distribuire prima della semina o del trapianto. Si utilizzano per ogni metro quadro di coltura circa 30 g di perfosfato minerale-19 poi 25g di solfato di potassio-50 e infine 10 g di nitrato ammonico-26.

Durante la fase di coltivazione è possibile inoltre fornire un ulteriore apporto di azoto effettuando una concimazione in copertura con nitrato ammonico-26 utilizzando 20 g per ogni m2 di coltura. Questo trattamento può essere ripetuto in 2-3 interventi distanziati di 15 giorni.

Avvicendamenti e consociazioni

La rapa ha pressappoco le stesse indicazioni che hanno gli altri cavoli in fatto di consociazione e avvicendamento. Una regola importante è non coltivare la rapa in seguito ad altre piante della famiglia delle Crucifere, dopo rape, carote, sedano rapa, bietola.

Sono favorevoli invece le consociazioni con zucchino e zucca anche facendo seguire la coltura della rapa su un terreno dove sono state precedentemente coltivate queste piante.

Utilizzo in cucina

La radice di rapa viene utilizzata cotta così cime le giovani infiorescenze non ancora sbocciate. È possibile anche consumare la radice fresca se questa viene raccolta ad un certo grado di sviluppo risultando così ancora tenera.

La radice viene utilizzata in genere in minestroni, risotti, tagliata a fette come per il zucchino, fritta o in pastella. Un altro metodo di conservazione anche se poco diffuso è la conservazione delle radici sottaceto.

Le infiorescenze vengono raccolte con 5-7 cm di gambo (poiché oltre comincia a risultare fibroso) vanno ripulite da eventuali parassiti che vi si annidano. Spesso è possibile consumare anche le foglie più giovani poiché risultano abbastanza tenere.

Per cuocerle bisogna portare ad ebollizione un quantitativo di acqua sufficiente ad immergerle tutte vengono poi lasciate bollire per qualche minuto, in questo modo è possibile conservare il loro colore verde. Un altro metodo di coltura abbastanza efficace è quello a vapore.


Tutti i valori si riferiscono a 100g di prodotto

Principali
Calorie: 28 kcal
Grassi: 0.1 g
Carboidrati: 6.43 g
Proteine: 0.9 g

Acqua: 91.87 g
Ceneri: 0.7 g
Fibre: 1.8 g
Zuccheri: 3.8 g

Vitamine

Retinolo (Vit. A): 0 mcg
Betaina: mg
Vitamina A, IU: 0 IU
Vitamina A, RAE: 0 mcg_RAE

Tiamina (Vit. B1): 0.04 mg
Riboflavina (Vit. B2): 0.03 mg
Niacina (Vit. B3): 0.4 mg
Acido Pantotenico (Vit. B5): 0.2 mg

Piridossina (Vit. B6): 0.09 mg
Folato alimentare: 15 mcg
Folato, DFE: 15 mcg_DFE
Folati, totali: 15 mcg

Cobalamina (Vit. B12): 0 mcg
Acido ascorbico (Vit. C): 21 mg
Vitamina D (D2+D3): 0 mcg
Colecalcifenolo (Vit. D): 0 IU

Alpha-tocoferolo (Vit. E): 0.03 mg
Fillochinone (Vit. K): 0.1 mcg
Colina totale (Vit. J): 11.1 mg
Carotene, beta: 0 mcg

Carotene, alfa: 0 mcg
Criptoxantina, beta: 0 mcg
Licopene: 0 mcg
Luteina + zeaxantina: 0 mcg

Minerali

Calcio: 30 mg
Sodio: 67 mg
Fosforo: 27 mg
Potassio: 191 mg

Ferro: 0.3 mg
Magnesio: 11 mg

Zinco: 0.27 mg
Rame: 0.085 mg

Manganese: 0.134 mg
Selenio: 0.7 mcg

Amminoacidi

Arginina: 0.024 g
Fenilalanina: 0.017 g
Isoleucina: 0.036 g
Istidina: 0.014 g

Leucina: 0.033 g
Lisina: 0.036 g
Metionina: 0.011 g
Treonina: 0.025 g

Triptofano: 0.009 g
Valina: 0.03 g

Adv.

Versione Desktop
RILEVATO BLOCCO PUBBLICITA'

Abbiamo rilevato che stai utilizzando il blocco annunci che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner, Flash, animazioni, suoni sgradevoli o annunci popup.
Non implementiamo questi fastidiosi tipi di pubblicità!

Aggiungi www.ortosemplice.it alla whitelist di blocco degli annunci o disattiva il software di blocco della pubblicità.

Close