Tripide del Pesco, Thrips major

Descrizione

Gli adulti di Tripide del Pesco sono delle farfalle di piccole dimensioni da 1 a 2mm di lunghezza. Sono di colore scuro con ali strette e frangiate.

Piante colpite

Le piante colpite da Tripide del Pesco sono diverse specie appartenenti alla famiglia delle Drupacee (tra cui ovviamente il pesco) e delle pomacee tra cui il melo e il pero anche se con entità minore.

Ciclo di vita

Lo svernamento delle femmine adulte già feconde avviene tra la scorza delle piante da frutto e in ripari nelle vicinanze delle piante ospiti.

Gli adulti sfarfallano in primavera quando nel pesco si ha la fase dei bottoni rosa, questo avviene indicativamente nel mese di marzo. Essendo già feconde non vanno incontro al rituale di accoppiamento ma depongono direttamente un uovo nell’organo fiorale.

Le neanidi si presentano tra il mese di aprile e la prima metà del mese di maggio, il loro attacco è di tipo pungente succhiante (con l’iniezione di una particolare sostanza).

In Italia il Tripide del Pesco può effettuare dalle 3 alle 4 generazioni.

Danni

I danni sono a carico dei frutticini e dei germogli fiorali. Gli adulti con il loro apparato pungente-succhiante colpiscono questi organi determinandone la lenta necrosi.

Con le loro punture i Tripidi del Pesco riescono a iniettare delle sostanze che determinano la malformazione dell’organo tipica di questo insetto.

Anche i frutti in via di maturazione possono essere colpiti su di questo in vicinanza del buco prodotto dall’insetto fuoriesce una sostanza gommosa.

Metodi di difesa

I metodi di difesa più comuni per il Tripide del Pesco seguono i criteri della lotta integrata. Si installano nel frutteto delle trappole cromotropiche bluastre che attirano i maschi e le femmine in volo. Da questa campionatura si può dedurre la soglia di intervento ed effettuare i relativi trattamenti chimici.

I prodotti utilizzati per la lotta del Tripide del Pesco sono l’Acefate, i Piretroidi oppure l’Acrinatrina.

Nemici naturali

Ci sono due insetti utili che possono essere utilizzati per la lotta biologica al Tripide del Pesco. Questi due insetti però vengono solitamente utilizzati in ambiente protetto quindi nei vivai e nelle serre specializzate.

Si tratti di Antocoridi appartenente al genre Orius spp. e di acari fitoseidi come Amblyseius barkeri. Risulta attivo anche l’acaro Amblyseius cucumeris.

Adv.