Ortosemplice.it

Maggiolino, Haplidia etrusca

Descrizione

Si tratta di un coleottero molto polifago diffuso maggiormente nel nord Italia. L’insetto adulto ha una lunghezza che va dai 20 ai 30 mm hanno il corpo allungato e hanno delle elitre di colore rosso-brunastro. Il capo e il torace invece sono più scuri quasi tendenti al nero. L’intero corpo eccetto l’addome è ricoperto da una sottile peluria.

Le larve del maggiolino anch’esse pericolose per le piante sono lunghe circa 40mm, hanno un colore bianco-ocra hanno un aspetto ricurvo con la parte dell’addome ingrossata rispetto al resto del corpo. Hanno il capo di colore rosso.

Piante colpite

Le piante colpite dal maggiolino sono molte, tra queste ci sono diverse specie arboree, erbacee annuali e perenni, piante arbustive, da fiore e ornamentali.

Diverse poi sono le piante da frutto da reddito.

Ciclo di vita

Il maggiolino svolge un ciclo poliennale ciò significa che si sviluppa in più anni.

Gli adulti sfarfallano nel periodo primaverile intorno al mese di maggio dopo un periodo di due settimane iniziano gli accoppiamenti. L’ovodeposizione da parte delle femmine avviene nel terreno a circa 20 cm di profondità.

L’intero ciclo di vita del maggiolino dura per 3 o 4 anni.

Danni

I danni maggiori sono provocati dalle larve: esse hanno la capacità di rodere le radici nutrendosi delle stesse fino a che non passano allo stadio successivo di pupa.

Gli adulti si nutrono principalmente di foglie iniziano la loro attività trofica al calar del sole, diversamente da altri insetti non si limitano a nutrirsi della lamina fogliare ma intaccano anche le nervature defogliando in caso di grosse infestazioni l’intera pianta.

Haplidia etrusca

Metodi di difesa

La lotta contro il maggiolino viene svolta soltanto in caso di grave infestazione e di un numero elevato di adulti in volo.

Difficilmente le lavorazioni al terreno possono disturbare la quiete delle larve poiché esse raggiungono la profondità di circa 20 cm. Solo su piante orticole annuali si riesce a debellare parzialmente la popolazione delle larve effettuando una fresatura o ancor meglio un aratura del terreno.

La difesa contro il maggiolino si effettua in modo particolare nei vivai si impiegano prodotti come il Carvaril il Malation e diversi piretroidi.

Esisono inoltre delle tecniche di lotta microbiologica a cui rimandiamo nel paragrafo nemici naturali.

La lotta agronomica prevede un campionamento del terreno superata una certa soglia di larve per metro quadro si interviene con larvicidi appositi. Queste metodologie sono applicate specialmente nei vivai. Esistono in commercio dei prodotti larvicidi granulari che si possono mescolare al terreno di coltivazione per nuovi impianti.

Un altro metodi di lotta agronomica contro il maggiolino è la lotta meccanica che viene eseguita in questo modo: durante le prime ore del mattino all’alba si stendono dei teli alla base delle piante, si scuotono poi le ramificazioni dove gli adulti stazionano e si eliminano dalla coltura.

Nemici naturali

Esistono diverse specie di uccelli che si nutrono sia degli adulti che delle larve. Inoltre  esistono diversi ditteri che attaccano le larve. Tuttavia in caso di una grossa infestazione è sempre meglio intervenire soprattutto quando si tratta di piante da reddito.

Negli ultimi anni si stanno sperimentando dei metodi di difesa che prevedono un preparato contenente il fungo entomopatogeno Beuveria brongnartii l’impiego di questo preparato che è consentito soltanto in alcune aree, al riguardo invitiamo a contattare il servizio fitosanitario più vicino, viene applicato alla base delle piante e agisce contro le larve. Il preparato può essere applicato anche alla chioma in fase di accoppiamento in quanto il fungo contagia le femmine e le uova da cui poi nasceranno le larve.

Altri metodi di lotta naturale prevedono l’impiego di entomoparassiti come l’Heterorhabditis, si tratta di nematodi che vengono distribuiti in preparati simili a gel. Spesso come per altri nematodi in commercio vengono vendute delle spugnette da reidratare o dei granuli da cospargere nel terreno. Con l’umidità il nematode va alla ricerca elle larve per parassitizzarle.

Adv.

Versione Desktop
RILEVATO BLOCCO PUBBLICITA'

Abbiamo rilevato che stai utilizzando il blocco annunci che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner, Flash, animazioni, suoni sgradevoli o annunci popup.
Non implementiamo questi fastidiosi tipi di pubblicità!

Aggiungi www.ortosemplice.it alla whitelist di blocco degli annunci o disattiva il software di blocco della pubblicità.

Close