Bombice gallonato, Malacosoma neustria

Descrizione

Il Bombice gallonato chiamato anche con il nome comune di Malacosoma (Malacosoma neustria) è un lepidottero appartenente alla famiglia dei Lasiocampidi.

Si tratta di una farfalla notturna che inizia la sua attività al calar del sole, l’adulto è di colore giallo ocra nelle ali anteriori con un colore più chiaro in quelle posteriori, l’apertura alare è compresa tra 30 e 40 mm. Possiede un corpo corto e piuttosto grasso. L’adulto maschio e la femmina sono molto simili eccetto che per una fascia trasversale di colore rosso scuro che attraversa le ali della femmina.

Le larve sono lo stadio pericoloso dell’insetto, appena nate presentano una colorazione nera, il loro aspetto cambia una volta sviluppate. Le larve nei successivi stati di crescita sono in prevalenza di colore grigio hanno una lunghezza di circa 5 cm. Posseggono un capo di colore nero con sfumature blu scuro, sul corpo sono presenti due strisce longitudinali di colore bianco, nella parte laterale sono presenti strisce longitudinali con colorazioni differenti che spaziano dal nero, al giallo e blu.

Piante colpite

Le piante colpite dal Bombice gallonato sono molte, tra le più importanti ci sono piante fruttifere appartenenti al gruppo delle Drupacee e delle Pomacee, altre piante da frutto importanti sono:

  • Vite
  • Noce
  • Nocciolo
  • Frutti minori

Tra le piante di interesse ornamentale ci sono varie latifoglie come il carpino e le specie di Quercus spp.

Ciclo di vita

Le larve compaiono in primavera iniziando da subito la loro attività. Inizialmente sono presenti in piccoli gruppi e con il passare del tempo si disperdono per condurre vita solitaria. Alla fine del mese di giugno si incrisaldiscono in prossimità delle piante ospiti o tra il fogliame o in posti riparati come la corteccia.

Lo sfarfallamento degli adulti di Bombice gallonato avviene nel mese di luglio, dopo pochi giorni inizia la fase di accoppiamento seguita dall’ovodeposizione da parte delle femmine. Le uova sono deposte in ammassi glmerulari di colore grigio lunghi circa 1cm sulle ramificazioni delle piante ospiti.

Danni

I primi danni facilmente individuabili sono di tipo estetico. Le minute larve in via di sviluppo crescono inizialmente in piccoli gruppi, iniziano la loro attività trofica fin da subito. Inizialmente non creano forti danni ma sono ampiamente visibili i fili sericei che creano come una sorta di riparo tra le ramificazioni. Le tele possono confluire tra loro ed essere visibili, con il passare del tempo le foglie vengono eliminate per lasciare spazio alle bianche tele.

In effetti le tele sono dei veri e propri rifugi o nidi di seta in cui si riparano una volta calato il sole.

Il danno secondario è la forte defogliazione che le larve compiono. Le piante colpite hanno un forte stress non avendo più a disposizione la superficie fogliare necessaria al loro sviluppo, di conseguenza hanno un deperimento progressivo, nelle colture da reddito ciò si traduce in ingenti perdite economiche.

Larva di Bombice gallonato - Malacosoma neustriaMetodi di difesa

Le popolazioni naturali di Malcosoma neustria anche in casi di massiccia presenza sono controllate da diversi predatori e quindi non vengono effettuati interventi. La situazione è diversa in vivaio e in giardini ornamentali dove l’infestazione può espandersi in modo incontrollato e provocare molti danni, anche nei frutteti c’è questo pericolo, in questi casi si pratica la lotta fin da subito per limitare la popolazione e i danni.

La difesa contro il Bombice gallonato si può effettuare in diversi modi. Si utilizzano sia metodi di lotta chimica concentrata in modo particolare contro le larve sia metodi di lotta biologica.

La lotta chimica alle larve di Bombice gallonato si pratica con prodotti come il Fenitrotion e il Carbaril.

I metodi di lotta biologica contro il Bombice gallonato prevedono l’impiego di prodotti a base di Bacillus thuringiensis ssp. kurstaki. Altri metodi di lotta efficaci prevedono l’utilizzo di prodotti chitino-inibitori come il Telflubenzuron e l’esaflumuron efficaci anche contro altri lepidotteri.

Nemici naturali

I nemici naturali del Bombice gallonato sono diversi, in natura oltre alla piccola fauna composta principalmente da uccelli ci sono anche microorganismi come virus e batteri.

Oltre a questi predatori ci sono anche diversi insetti entomofagi attivi, tra di essi ditteri e imenotteri.

Adv.