Ortosemplice.it

Coltivazione Bietola

La bietola da coste è un ortaggio molto comune, coltivata per la sua foglia carnosa è impiegata per la preparazione di varie pietanze, ripieni, minestroni e simili. È una pianta biennale ma viene coltivata negli orti come pianta annuale, può però essere tenuta anche per due anni ottenendo così della sementa che è possibile utilizzare per rinnovare la coltura.

È di facile coltivazione e non necessita di troppe cure. La si può coltivare in piena terra o in vasi, per cui chi possiede poco spazio o vive in città può tranquillamente coltivarla sul balcone o in terrazza per non rinunciare alle sue preziose qualità.
Iniziamo quindi con la guida alla coltivazione della bietola in tutti i suoi aspetti!

Preparare il terreno

La semina della bietola si effettua in un terreno di medio impasto ricco di sostanza organica e con un pH compreso tra 7 e 7,5. In realtà la pianta di bieta si adatta a molte tipologie di terreno, predilige però quelli sciolti e poco compatti poiché ristagni idrici possono portare facilmente a marciumi radicali.

Nel periodo autunnale è possibile iniziare la lavorazione del terreno. Per piccole coltivazioni è possibile usare una motozappa: se necessario spargere del concime in modo più o meno uniforme sul terreno di coltivazione, ripassare una paio di volte senza preoccuparsi di ridurre di molto lo spessore delle zolle, in questo modo si potrà assicurare una buona distribuzione del letame che avrà tutto il tempo di decomporsi fino al periodo primaverile.
Prima della semina in primavera il terreno precedentemente lavorato andrà ridotto molto finemente con una fresa o un motocoltivatore ad una profondità di 30-40cm, in questo modo si predispone il terreno per la semina e si eliminano tutte le erbacce cresciute.

Ovviamente per chi si appresta a coltivare in vaso o cassoni può saltare tutte le operazioni di lavorazione e predisporre uno o due giorni prima il substrato componendolo di terriccio generico per la semina e una piccola parte di sabbia.

Come si semina

Effettuate le dovute lavorazioni al terreno si può procedere con la piantumazione della bietola, la quale può avvenire già dopo 3-4 giorni, salvo precipitazioni. La semina si effettua dal mese di marzo e può essere praticata fino ad agosto.
È possibile inoltre anticipare la coltura impiegando una serra o dei cassoni riscaldati. In questo caso si può seminare in contenitori di polistirolo usando un terriccio comune per la semina.
Le piante potranno essere messe a dimora successivamente quando le temperature avranno raggiunto livelli più elevati, indicativamente nel mese di marzo-aprile. Il trapianto a dimora si effettua rispettando le stesse distanze tra le piante usate per la piantumazione diretta.

Per piantare la bietola in pieno campo si creano delle postarelle distanziate di 20-30 cm in cui andranno collocati 4-8 sementi, tra le file si lasceranno intervalli di almeno 35-40cm, in alternativa è possibile lasciare più spazio se si vuole procedere a successivi lavori con motozzappa.

Coltivare la bietola partendo dal seme tuttavia prevede un ritardo nella maturazione dei cespi intorno ai 20-25 giorni rispetto alla coltivazione da trapianto.

Per gli accorgimenti colturali oltre all’eliminazione periodica delle erbe infestanti c’è la sarchiatura, che come accennato può essere effettuata meccanicamente se si lascia abbastanza spazio per il passaggio della motozappa oppure fatta manualmente.
In estate nei periodi di caldo intenso è opportuno somministrare la sera tardi o il mattino presto dell’acqua a temperatura ambiente avendo cura di non bagnare il fogliame ma soltanto la superficie alla base del colletto della pianta.
Per evitare la precoce “montata a seme” ovvero la fase in cui la pianta produce il seme è opportuno ritardare la semina in quelle zone dov’è alto il pericolo di gelate tardive in genere al nord Italia.

Come si raccoglie

La raccolta della bietola può iniziare dopo circa 90 giorni dalla nascita delle piantine. La raccolta può essere fatta a scalare ovvero recidendo le foglie più esterne e pronte per il consumo lasciando crescere le altre interne e più piccole.
La raccolta però viene fatta anche recidendo completamente la pianta alla base, la bieta infatti potrà portare a seconda del clima nuovi ricacci, con un tempo favorevole è possibile praticare anche tre tagli nel corso di un anno per ogni pianta.

Come si conserva

La bietola da coste viene consumata prevalentemente fresca questo grazie anche al fatto che può essere raccolta in modo scalare a seconda della reale necessità. Tuttavia è possibile conservare la bietola in congelatore, per farlo basta cuocerla bollendola in acqua, (è possibile rimuovere i gambi e conservarli separatamente effettuando un altra cottura) lasciata poi scolare e raffreddare viene tagliata e conservata in sacchetti per il freezer. In questo modo può essere consumata entro 9-12 mesi, aggiunta a stufati o minestre.

Si consiglia comunque di consumare questo tipo di ortaggi sempre freschi e se possibile di usare la cottura a vapore che rappresenta il miglior modo per preservare sostanze e nutrienti alterandoli in piccolissima parte rispetto ad altri tipi di cottura.

Le concimazioni

L’accumulo di nitrati da parte di questa pianta è ben noto, per questo motivo molti sconsigliano l’uso di concimi particolarmente ricchi di azoto. In realtà le concimazioni non sono indispensabili, per terreni particolarmente poveri si può interrare circa 3Kg di letame ogni metro quadro di coltivazione, questa quantità è più che sufficiente ad avere un buon sviluppo della pianta.

Il letame può essere sparso utilizzando una forca, in genere viene applicato nelle lavorazioni del terreno l’anno precedente alla semina così può lentamente decomporsi nel periodo invernale.

Adv.

Versione Desktop
RILEVATO BLOCCO PUBBLICITA'

Abbiamo rilevato che stai utilizzando il blocco annunci che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner, Flash, animazioni, suoni sgradevoli o annunci popup.
Non implementiamo questi fastidiosi tipi di pubblicità!

Aggiungi www.ortosemplice.it alla whitelist di blocco degli annunci o disattiva il software di blocco della pubblicità.

Close