Ortosemplice.it

Come allontanare le talpe dall’orto

Un orto o un giardino hanno continuamente a che fare con ospiti di ogni genere, insetti attratti da piante, uccelli in cerca di qualche scarto alimentare e talpe che possono arrecare danno alle nostre piante orticole.

Le talpe in particolar modo possono essere un vero problema, se gli insetti possono essere tenuti sotto controllo con diversi metodi come prodotti chimici o l’uso di altri insetti antagonisti, per le talpe la situazione può essere più complessa anche perché vivendo sotto terra sono molto più difficili da individuare.
Prima di descriverne il comportamento e spiegare come allontanare in modo definitivo le talpe dall’orto vediamo quali sono i danni che possono provocare alle piante orticole:

  • I buchi che scavano per arrivare in superficie oltre che antiestetici sono un grosso problema per le giovani piantine in crescita, possono provocare ombra e rendere difficile la germinazione dei semi.
  • Le gallerie che vengono scavate in prossimità dei filari di semina possono rallentare e bloccare la germinazione e lo sviluppo delle nuove piantine.
  • In prossimità di colture già sviluppate le gallerie possono fungere da canale di scolo per l’acqua che filtra nel terreno, questo comporta che le radici a contatto con questo vuoto marciscono rapidamente provocando di conseguenza avvizzimento delle piante.
  • Colture sviluppate e in prossimità di fioritura o maturazione dei frutti possono subire un rallentamento o un blocco della produzione con conseguente deprezzamento del raccolto. In pratica se le talpe scavano gallerie molto vicino a piante che stanno per fiorire, piante che sono già in fioritura e quelle che stanno producendo frutti, quasi sicuramente si avrà un danno al raccolto, un rallentamento o addirittura un blocco della crescita. Questo accade perché le radici a contatto con il vuoto e quelle danneggiate dalle zampe dell’animale non riescono più a fornire il giusto nutrimento alle piante, a seconda dell’attacco quindi si possono avere vari gradi di danno.

In un giardino invece il danno può essere più che altro estetico, soprattutto se si possiede un prato con un bel tappeto erboso. Le talpe non curanti possono scavare buchi provocando danni non solo all’erba in superficie ma anche colpendo le radici, sia del tappeto erboso che di specie ornamentali.

Cosa sono le talpe

“Conosci il tuo nemico…” una celebre frase di Sun Tzu, e in effetti è molto utile capire chi si ha difronte prima di intervenire, in questo caso le talpe sono dei piccoli mammiferi, simili a topi ma, molto più lenti e soprattutto molto diversi sia per comportamento che per abitudini alimentari. Innanzi tutto è bene dire che le talpe non si nutrono di piante o radici come alcuni roditori ma si cibano principalmente di insetti, lombrichi, limacce e larve.
Sono cieche o perlomeno vedono poco ma in compenso hanno altri sensi molto sviluppati, il tatto, l’olfatto e l’udito sono i loro punti forte poiché vivono la maggior parte del tempo sotto terra e la vista in effetti non sarebbe di grande aiuto. Un altra loro caratteristica, quella che le rende così temibili per noi orticoltori/giardinieri/agricoltori sono le loro zampe, vere e proprie pale meccaniche capaci di scavare e smuovere quantitativi di terra impressionanti per un animale così piccolo.

Le talpe si cibano, si riproducono e trascorrono la loro vita nelle gallerie che scavano le quali sono davvero molto lunghe. Vivono singolarmente e in genere preferiscono non sconfinare mai in altri territori appartenenti ai loro simili anche se spesso dimorano nelle gallerie abbandonate scavate da altre talpe. La loro attività inizia all’alba, scavano gallerie e si nutrono degli insetti che trovano lungo il percorso, praticano la caccia ad intervalli di quattro ore dopo le quali si riposano.

Come riconoscerle e come allontanarle

Per capire se ci troviamo difronte ad una talpa basta identificare le loro gallerie, ma forse riesce molto più facile individuare (poiché sono molto frequenti) i loro punti di uscita che consistono in piccole porzioni di terreno ammucchiato come piccole montagnelle.

Tipici fori di uscita praticati nel terreno dalle talpe

Tipici fori di uscita praticati nel terreno dalle talpe

Per allontanare le talpe dall’orto ci sono molte possibilità. Esistono metodi finalizzati alla cattura o all’uccisione e metodi preventivi di allontanamento. Di seguito alcune possibili soluzioni per eliminare la presenza di talpe nell’orto.

L’uccisione delle talpe può avvenire tramite l’utilizzo di prodotti appositamente studiati, in genere si usano delle esche. Le esche per talpe consistono il più delle volte in un preparato contenente un veleno tossico e delle larve o insetti molto appetibili. L’esca può essere posizionata sia in una galleria che in un area del terreno precedentemente scavata, un piccolo buco dove interrare l’esca, il punto deve essere facilmente raggiungibile dalle talpe. Si può inoltre posizionare nei cumuli di terra che di solito realizzano, saranno facilmente attratte dall’odore che si diffonderà anche grazie alla diffusione dell’aria all’interno della galleria. Questo metodo richiede poi l’eliminazione manuale delle talpe morte, per farlo sarà necessario scavare nel punto dove precedentemente si è interrata l’esca.

Un altro modo per tenere le talpe lontano dell’orto è l’utilizzo di trappole per talpe ne esistono di varie tipologie, la loro caratteristica principale è quella di bloccare la talpa all’interno in modo che possa essere allontanata dall’orto. Alcuni modelli prevedono la collocazione direttamente nella galleria, si scava in prossimità delle superficie e si posiziona la trappola in modo che la talpa possa attraversarla e rimanere chiusa al suo interno, hanno un pratico coperchio posto all’estremità della parte che andrà esposta fuori dal terreno. Per facilitare la riuscita il consiglio è di tenere la trappola a contatto con della terra prima di posizionarla nei cunicoli, in modo che il suo odore venga lentamente via, facendo così la talpa sarà più propensa ad attraversarla. Un altro modo è quello di inserire direttamente delle esche, vanno bene coleotteri di terra, lombrichi e larve che solitamente si trovano nel terreno, la talpa non potrà resistere al forte odore del cibo.

Esistono anche trappole meccaniche che si posizionano in qualsiasi punto della galleria e si attivano al passaggio della talpa. Anche in questo caso un esca composta da insetti può rendere la cattura più semplice.

Altri metodi per allontanare le talpe prevedono l’utilizzo degli scaccia talpe solari che consistono in sistemi da interrare a una certa profondità, sono provvisti di una “testa” dove è inserito il pannellino solare capace di caricare la batteria interna. Nella parte che va interrata nel terreno è presente un dispositivo che emette degli impulsi a bassa frequenza che disturbano le talpe. Possono essere utilizzati anche contro i roditori, sono efficaci anche come mezzo di prevenzione se si ha paura di un eventuale invasione.

Infine un altro metodo non attuabile però in grandi appezzamenti di terreno è quello che consiste nell’interrare lungo il perimetro dell’appezzamento di terra una rete metallica o di plastica a maglie fini. Dovrà essere interrata a 40-50cm, in questo modo le talpe non potranno attraversarla e saranno costrette a cercare un altro posto per realizzare i loro cunicoli e cercare il cibo.

Adv.

Versione Desktop
RILEVATO BLOCCO PUBBLICITA'

Abbiamo rilevato che stai utilizzando il blocco annunci che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner, Flash, animazioni, suoni sgradevoli o annunci popup.
Non implementiamo questi fastidiosi tipi di pubblicità!

Aggiungi www.ortosemplice.it alla whitelist di blocco degli annunci o disattiva il software di blocco della pubblicità.

Close