Ficus elastica

Descrizione

La Ficus elastica è una pianta arborea perenne appartenente alla famiglia delle Moraceae. E’ conosciuta anche con altri nomi: albero del caucciù o fico del caucciù. E’ originaria dell’Asia, il suo habitat originario è contraddistinto da forte umidità dell’aria, è presente principalmente nelle zone tropicali. In condizioni naturali l’albero di Ficus elastica può raggiungere altezze di 30 metri, tuttavia la coltivazione in vaso e le temperature decisamente più fredde delle nostre zone ne limitano drasticamente l’altezza che si attesta sui 2-2,8 metri, in regioni Italiane dell’estremo sud è coltivata direttamente all’aperto in terra dove raggiunge altezze medie di cinque metri, viene coltivata in pieno sole e senza particolari accorgimenti c’è inoltre da aggiungere che la varietà qui descritta è il risultato di varie ibridazioni ottenute nel corso del tempo ciò ha fatto si ché la pianta di Ficus elastica decora pur conservando le caratteristiche della pianta originale manifesta caratteri unici.

La pianta possiede un tronco sottile da cui partono diverse ramificazioni, le foglie di forma ovata presentano una lunghezza massima di 40cm sono grandi e coriacee di colore verde scuro e con una vistosa e robusta nervatura centrale generalmente di colore verde chiaro, inizialmente le nuove foglie sono di colore rosso scuro con la crescita lentamente acquistano il loro caratteristico colore verde.

La Ficus elastica varietà decora viene impiegata principalmente come pianta da appartamento, anche altre varietà che mantengono basse altezze sono impiegate per interni.

Tipo di Terreno

Il terriccio ideale per la pianta di Ficus elastica è quello di medio impasto, arricchito con torba e sabbia per dare un giusto drenaggio all’acqua.

Esposizione

ficus-elastica-2L’esposizione della Ficus elastica in appartamento è ombreggiata a patto che la luminosità della stanza sia molto forte, in genere la posizione migliore sarebbe a ridosso di una finestra. L’esposizione può essere anche in pieno sole, come già accennato in alcune regioni molto calde è addirittura coltivata all’esterno. La temperatura ideale negli interni è di 18-20 gradi.

Moltiplicazione

La moltiplicazione della Ficus elastica avviene per talea.
La talea apicale viene prelevata nel periodo primaverile, deve essere lunga circa 30 cm. E’ possibile utilizzare una vaso e un terriccio composto da parti uguali di sabbia e torba oppure lasciare la talea a bagno in acqua, le radici dovrebbero spuntare entro circa due mesi, la temperatura del locale deve essere intorno ai 22 gradi costanti per tutto il periodo, il vaso inoltre deve essere posizionato in ombra.
Dopo il taglio è possibile se si sceglie la radicazione in terriccio, trattare la parte incisa con ormone radicante in polvere, questo agevolerà la radicazione.

Un altro metodo di propagazione della Ficus elastica è quello per margotta.

Accorgimenti colturali

La pianta di Ficus elastica avrà bisogno di un terreno umido durante il periodo estivo, le annaffiature dovranno essere più frequenti, contrariamente durante il periodo invernale non sarà necessario somministrare tanta acqua.

ficus-elastica-3Le concimazioni potranno essere effettuate impiegando un concime liquido generico per piante da interni, applicandolo in concomitanza con acqua ogni circa due settimane per il periodo estivo.

La pianta richiede inoltre una buona umidità dell’aria, in caso questo non fosse possibile soprattutto durante il periodo estivo sarà necessario provvedere a nebulizzare le foglie con acqua piovana o distillata.

Malattie, parassiti e avversità

Tra gli insetti che possono colpire la pianta di Ficus elastica:
Ragnetto rosso, cocciniglia cotonosa.

Alcuni errati o mancati accorgimenti colturali possono portare a vari sintomi, tra questi:

  • Caduta delle foglie (nelle piante coltivate in casa) in seguito a colorazione brunastra del fogliame, è dovuta molto probabilmente ad un esposizione a basse temperature.
  • Scarsa colorazione del fogliame, inoltre i nuovi germogli presentano malformazioni, questi sintomi sono dovuti a scarso nutrimento nel terreno, le concimazioni devono essere regolari e in caso le radici abbiano occupato tutto lo spazio disponibile sarà necessario un rinvaso.
  • Le foglie perdono di tono, è molto probabile che la pianta abbia bisogno di acqua.
Adv.