Concimazione Agrumi

Le piante di agrumi ricoprono un ruolo fondamentale nel reddito agricolo Italiano. La concimazione degli agrumi di conseguenza è una pratica svolta con criterio che è indispensabile nelle piante destinate al reddito ma può essere una buona alleata anche nelle piante di un frutteto familiare.

In questa guida vedremo come concimare gli agrumi, quali sono i macroelementi e i microelementi necessari per lo sviluppo delle piante e come una loro carenza o eccesso può portare a effetti facilmente individuabili sulla vegetazione.

Il ruolo dei macroelementi nella coltivazione degli Agrumi

Come per gli altri fruttiferi anche gli agrumi necessitano in particolar modo di tre sostanze principali, queste sono il Fosforo (P) l’azoto (N) e il potassio (K). Vediamo allora quali ruoli hanno questi elementi.

Azoto

L’azoto fa parte della costituzione del materiale proteico (proteine) e di numerosi altri composti, è il principale fattore di accrescimento nelle piante. Si trova più o meno equamente distribuito nei tessuti delle piante, radici, legno e foglie.

L’azoto viene utilizzato nelle foglie per produrre altre sostanze organiche complesse le quali sono indispensabili per la formazione e l’accrescimento dei nuovi tessuti e come sostanze di riserva per la pianta.

L’azoto diminuisce durante il periodo di sviluppo e decresce anche nel periodo della cascola delle foglie, in esse l’azoto è contenuto in una percentuale fino al 4% di sostanza secca.

Durante la fioritura l’azoto presente nel legno e nelle radici diminuisce, le quote di azoto si accrescono nuovamente dopo la fioritura.

Fosforo

Il fosforo fa parte di numerosi composti organici che sono responsabili della sintesi delle proteine. Questa sostanza favorisce la fioritura, l’allegagione e la lignificazione. Il fosforo è contenuto in buona quantità nelle gemme a fiore similmente a quanto accade per il pesco.

Il fosforo si presenta naturalmente nel terreno ma non è sempre disponibile in quanto può essere in forma insolubile e quindi non assimilabile dalle radici della pianta.

La presenza del fosforo nella pianta si rinviene in particolar modo nelle foglie e nei tessuti in accrescimento delle piante di agrumi.

Potassio

Un altro elemento importante per lo sviluppo delle piante è il potassio che interviene nella sintesi degli idrati di carbonio e delle proteine. Permette inoltre il trasporto di elementi di riserva dalle foglie agli organi legnosi.

Il potassio nella pianta è contenuto all’incirca come le quantità di azoto, per le foglie quindi si ha un contenuto in sostanza secca pari al 4% circa.

Concimazione degli agrumi in funzione della potatura

Per effettuare una concimazione di successo si applica la tecnica del frazionamento che prevede di somministrare i concimi in più riprese, questa tecnica limita al minimo il rischio di eccessi di elementi nelle piante.

Se viene asportato durante la stagione di crescita anche il legno è necessario prevedere un aumento delle quote di concime pari al 50%.

Apporto di Azoto nelle piante di agrumi

L’azoto è un elemento indispensabile nelle piante di agrumi, la sua presenza è richiesta in particolar modo in primavera alla ripresa vegetativa delle piante e dopo l’arresto della crescita della vegetazione in primavera periodo prima della cascola di giugno.

Per le piante in via di sviluppo le quote di azoto si mantengono elevate per tutto l’anno.

L’azoto si può fornire sotto forma di urea tecnica con applicazioni fogliare effettuano apporti di circa 50-70 g per 10 litri di acqua.

Carenza di Azoto

La carenza di azoto nelle piante di agrumi è facilmente rinvenibile osservano la vegetazione delle piante. Si verificano decolorazioni fogliari, minore lunghezza dei germogli, foglie di piccole dimensioni. I frutti hanno una maturazione anticipata e una minore pezzatura.

Eccesso di Azoto

L’eccesso di azoto si verifica con un ritardo nella maturazione e una maggiore cascola nel periodo estivo. I frutti hanno una qualità inferiore, la buccia si presenta più spessa e rugosa. Si ha un ritardo nella maturazione dei germogli con scarsa lignificazione, di conseguenza divengono più sensibili al mal secco.

Apporto di fosforo nelle piante di agrumi

Il fosforo è un elemento di poca importanza per gli agrumi, in genere le somministrazioni di fosforo sono molto rare in quanto bastano le quantità presenti naturalmente nel terreno di coltivazione.

Apporto di potassio negli agrumi

Il potassio è un elemento importante soprattutto durante la maturazione dei frutti dove le asportazioni di questo elemento dal terreno risultano aumentate di molto.

Il potassio può essere fornito in qualsiasi momento dell’anno in quanto è poco mobile cioè non viene alterato dalle piogge o da altri agenti atmosferici rimanendo sempre pronto e disponibile per la pianta.

Per le applicazioni viene utilizzato del nitrato di potassio con quantità di 100-300 g per ogni 10 litri d’acqua da somministrare per via fogliare.

Carenza di potassio

Una carenza di potassio si manifesta con una riduzione della pezzatura dei frutti. In caso di gravi carenze si possono registrare accartocciamenti delle foglie con imbrunimento della lamina fogliare.

Eccesso di potassio

I frutti sono molto più grossi in caso di eccesso di potassio, hanno inoltre una buccia più spessa sono poco succosi e più acidi.

Apporto di calcio nelle piante di agrumi

Un aumentata quantità di questo elemento si registra in fase di sviluppo del frutto e di accrescimento dei germogli.

Il calcio viene assorbito sia dai germogli in crescita che dai frutti. Anche il calcio viene applicato con trattamenti fogliari a base di cloruro di calcio per favorire l’assorbimento diretto da parte dei frutti nelle prime fasi di crescita.

I trattamenti sono effettuati secondo le tecniche di frazionamento.

Carenza di calcio

La carenza di calcio nei frutti può provocare la comparsa di zone necrotiche e suberificate sulla buccia.

Eccesso di calcio

L’eccesso di calcio nel terreno (presente sotto forma di carbonato di calcio) limita l’assorbimento di altri elementi e in particolare del ferro. Le carenze di ferro di conseguenza causano delle decolorazioni fogliari e stentato sviluppo dei frutti.

Apporto di magnesio

Il magnesio altro elemento importante viene somministrato in due modi principali: tramite somministrazioni fogliari sotto forma di nitrato di magnesio a dosi di 100 g ogni 10 litri di acqua oppure tramite somministrazioni al terreno sotto forma di solfato di magnesio o dolomite a dosi di 500-3000 g per terreni sub-acidi o 3000-5000 g per terreni calcarei; le dosi si riferiscono alla singola pianta.

Apporto di ferro nella piante di agrumi

Il ferro viene somministrato principalmente sul terreno in forma di chelati di ferro al 6% con dosi di 150-300 g per pianta.

Carenza di ferro

La carenza di ferro si manifesta con stentato sviluppo dei frutti e decolorazioni fogliari.

Altri elementi

Altri elementi necessari per lo sviluppo della pianta sono lo zinco che si somministra sotto forma di solfato di zinco con dosi di 12,5-25 g per 10 litri di acqua e il manganese sotto forma di solfato di manganese che segue le stesse dosi indicate per lo zinco.

Conclusioni

Abbiamo visto come somministrare i concimi alle piante di agrumi, tuttavia bisogna tenere presente che ci sono delle piccole differenze tra pianta e pianta e alcuni tipi di agrumi sono più soggetti rispetto ad altri a manifestare carenze o eccessi di alcuni elementi.

Per le concimazioni come sempre bisogna tenere a mente la dotazione base del terreno. In sostituzione degli elementi elencati è possibile utilizzare del compost organico, questo tuttavia se utilizzato da solo non assicura al 100% l’apporto di alcuni elementi più soggetti a liscivazione.

Adv.